NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO PER LE ESCURSIONI

Importante

La corretta riuscita della cicloescursione è in funzione dalla partecipazione responsabile degli iscritti e dallo spirito di collaborazione con i volontari dell’Associazione che fungono da accompagnatori. Si ricorda a tutti i partecipanti che è sempre obbligatorio il rispetto delle norme del codice della strada e che buon senso e prudenza aiutano a prevenire incidenti. Apparati di sicurezza attiva e passiva (freni, luci e catadiottri) devono essere presenti e in condizioni di efficienza. L’uso del casco è sempre raccomandato, talune volte potrà essere obbligatorio. Le escursioni proposte ricadono nell’ambito delle attività sociali ricreative-ambientali svolte per il raggiungimento dei scopi dell’associazione. L’iscrizione alla gita è da ritenersi autocertificazione di idoneità fisica.

Si premette che:

  • La partecipazione ad una gita implica la conoscenza e l’accettazione del regolamento di FIAB Roma NaturAmici;
  • La tipologia di escursione con i dettagli sul grado di impegno richiesto (distanza, dislivello etc) è riportata nella decrizione all’interno della scheda informativa che viene pubblicata sul sito;
  • L’Associazione non si assume responsabilità per danni a cose o persone e incidenti che si verificassero prima durante e dopo le gite;
  • I minorenni sono ammessi solo se accompagnati da un adulto che solleva l’Associazione da qualsiasi responsabilità;
  • Il partecipante deve osservare il codice della strada e non assumere comportamenti vietati o imprudenti e, ove lo facesse, non potrebbe attribuire agli organizzatori la responsabilità dei fatti conseguenti.

In gita con FIAB Roma NaturAmici
Lo spirito delle escursioni è quello di conoscere il territorio pedalando senza fretta in allegra compagnia, percorrendo prevalentemente strade secondarie e fermandosi quando occorre. Chi volesse correre e si stanca ad attendere gli altri è bene che non partecipi.
Si ricorda che gli accompagnatori sono tutti volontari non retribuiti e non qualificati che desiderano divertirsi con gli altri.

Prudenza e responsabilità

Sulla strada….

L’Associazione non può diminuire i normali rischi connessi derivanti dalla circolazione su strade aperte al traffico. Ogni partecipante deve assumere in proprio tali rischi e comportarsi con prudenza, osservando le normative vigenti.

Attenzione ai pericoli….

E’ difficile per gli accompagnatori segnalare tutte le condizioni di pericolo che si trovano su di un percorso (traffico, discese, strade accidentate). Ogni partecipante è in grado di percepire da se quando prestare la dovuta attenzione alla strada.

Comunicazioni del capoescursione….

Tutti i partecipanti devono ascoltare attentamente il capogita quando, alla partenza o durante il tragitto da indicazioni e informazioni. Se qualcuno per disattenzione o suo allontanamento, non sente le istruzioni, non può lamentarsi delle eventuali conseguenze.

Check….

La bici deve essere in perfetta efficienza.

  • pneumatici in buono stato e gonfi;
  • buon funzionamento del cambio;
  • buon funzionamento dei freni;
  • corretto serraggio di tutte le componenti;
  • dispositivi di illuminazione e catarifrangenti;
  • sellino e manubrio regolati.
Avere al seguito almeno una camera d’aria di scorta e il necessario per riparare le forature.
Gli accompagnatori durante le gite potranno darvi una mano in caso di foratura ma sarebbe opportuno che voi siate in grado di intervenire autonomamente. Non si potrà invece rimediare alle inevitabili conseguenze di una cattiva manutenzione del mezzo.
Una bici in buono stato è anche questione di rispetto nei confronti degli altri partecipanti.

In gita….

durante la gita:

  • evitare di superare il capogita;
  • non attardarsi in coda dietro l’accompagnatore con funzioni di “scopa”;
  • non lasciare troppo spazio dal ciclista che precede per rimanere uniti;
  • ai bivi o se si imbocca un’altra strada se le persone dietro di noi tardano ad arrivare fermarsi e segnalare la direzione;
  • fermarsi ogni volta che il capogita lo ritiene opportuno e ripartire solo dopo il suo via;
  • durante le soste mettersi di lato e non ingombrare la strada o pista ciclabile;
  • procedere in fila indiana come previsto dal codice della strada;
  • prima di fare frenate brusche assicurarsi che chi segue sia a distanza di sicurezza;
  • dopo spuntini o colazioni evitare di lasciare rifiuti in giro;
  • non pedalare su aree private, aiuole e non molestare piante, alberi e animali.